Eduardo De Filippo

.Appuntamento a Milano per la presentazione del libro di Italo Moscati, interviene Antonio D'Orrico,letture di Enrico Papa 
Centro Arte San fedele
Via U. Hoepli 3 A milano
Proiezione del cortometraggio "Eduardo De Filippo ...e un tram che si chiama desiderio"
27 novembre 2014, Ore 18

 

 DUE ORE D'ARIA IN ATTESA CHE, FUORI, LE COSE CHE ACCADANO CAMBINO IN MEGLIO, L'ATTESA HA FRETTA, CHI DI DOVERE LO SAPPIA...

 

Perchè due ora possono sembrare, per paradosso, due ore d'aria nel Paese che amiamo e sta male, come sappiamo? Perchè alla Galleria San Fedele, giovedì 27 novembre dalle 18 alle 20, è accaduto qualcosa di simile. Parole e non chiacchiere, immagini e non spot, opinioni e non micidiali talk show, evocazione di personaggi reali e anche inventati ma sempre reali, domande e risposte, simpatia, fiducia, amicizia. Una seduta spiritica tra ottanta persone che hanno scoperto le due ore d'aria, mentre il tempo scorreva sereno, una parentesi tra i lampi e le caligini del presente. Una seduta spiritica? No, una camminata all'aperto nel chiuso esterno di Milano. Eduardo De Filippo, Titina, Peppino (odio sopito tra lui ed Eduardo), Regina Bianchi, Raffale La Capria, Anna Maria Ortense, e tanti altri. Si partiva da un libro "Eduardo De Filippo, scavalcamontagne, cattivo, genio consapevole", affidato alla presentazione di Antonio D'Orrico, grande persona, grande critico, alle efficaci letture di Enrico Papa che ha letto alcune pagine del libro con calore e incisività,  e alla mia emozione d'autore che è cresciuta con i minuti, ,  grazie a tutti.  

                                                               

                                                                                                                   Italo Moscati